Perchè fare il medico volontario? Non di rado gli studenti mettono da parte i risparmi o si dedicano a piccoli lavori durante l’anno per potersi pagare un periodo come medico volontario in una missione in Africa. Vediamo in questo post le caratteristiche dei progetti per gli studenti di medicina che decidono di fare volontariato.

Medico volontario in Africa: un’alternativa al tirocinio

Grazie alle borse di studio messe a disposizione dalla Fondazione Crt per gli studenti di medicina che vogliono fare il medico volontario in una missione in Africa, trascorrere qualche mese negli ospedali dell’Etiopia, dell’Angola o della Tanzania sarà oggi molto più facile.

La borsa di studio prevede mille euro, di cui 400 sono destinati al medico volontario per coprire i costi del viaggio e 600 per le spese di gestione e il finanziamento dell’ospedale che andrà a ospitare lo studente. Si tratta, per caratteristiche e tipologia di progetto, di un vero e proprio tirocinio rivolto ai neolaureati o a chi sta frequentando il quinto o sesto anno di Medicina e prevedere che il giovane medico sia seguito da medici locali o dal CUAMM nell’attività di reparto.

L’obiettivo della Fondazione Crt è permettere ai migliori medici del territorio di fare un’esperienza formativa all’estero e fare il medico volontario in Africa è sicuramente il miglior modo per accumulare in fretta un ricco bagaglio di conoscenze pratiche. Importante è anche sottolineare che la selezione per individuare i candidati più idonei a ricevere la borsa di studio viene fatta da un gruppo di studenti che non si basa sulla media degli esami, bensì sulle motivazioni per cui partire come medico volontario in una missione in Africa.

Volontariato studenti di medicina in un Paese in via di sviluppo

Fare il medico volontario in una missione in Africa

Per chi vuole fare volontariato, partire come medico volontario non significa solo andare in una missione in Africa, ma anche recarsi in un Paese in via di sviluppo per perfezionare la propria preparazione in Medicina, Fisioterapia, Infermieristica, Ostetricia e tanto altro ancora.

Tanti sono, infatti, i progetti che permettono agli studenti in medicina di partire come medico volontario per apprendere abilità pratiche importanti e il volontariato medico è adatto a persone di tutti i livelli di qualifica ed esperienza. Vediamo un esempio.

Projects Abroad offre una vasta possibilità di scelta per fare esperienza come medico volontario, seguire uno stage e acquisire competenze pratiche in Asia, Africa o America Latina. In particolare le aree in cui si può lavorare, solo per citare le più importanti, sono:

  • medicina generale;
  • infermieristica;
  • odontoiatria;
  • ostetricia;
  • fisioterapia;
  • nutrizione.

Ogni missione di volontariato medico viene poi personalizzata sulla base delle caratteristiche del volontario e delle necessità dei partner con cui Projects Abroad collabora in Africa, Asia o America Latina.

Lo studente potrà avere un orientamento sulla propria futura carriera universitaria in ambito medico o paramedico; il laureando in medicina generale potrà svolgere all’estero il suo tirocinio sulla base delle sue aspettative professionali e sotto la guida di un tutor locale; il giovane medico appena laureato, il medico professionista o il pensionato potranno fare esperienze come medico volontario adatte a loro.

Come partecipare ai progetti in qualità di medico volontario

Se sei uno studente di medicina o un medico e vuoi partecipare ai progetti di medico volontario proposti da Projects Abroad, vediamo quali sono i requisiti richiesti:

  • formazione sulla base delle normative di ciascun Paese;
  • conoscenza della lingua del Paese di destinazione;
  • età minima di 16 anni, anche se alcuni progetti richiedono l’essere maggiorenni;
  • durata minima del soggiorno pari a 2 settimane, anche se sono consigliate le 4 settimane di permanenza sul posto.

Non mancano alcune caratteristiche di personalità quali spirito d’iniziativa, entusiasmo e adattabilità a situazioni insolite, sia per quanto riguarda l’ospedale sia per quanto riguarda le malattie da affrontare.

Di cosa si occuperà, infine, il medico volontario o lo studente di medicina che andrà a fare volontariato in una missione in Africa o in un Paese in via di sviluppo?

Sulla base delle esigenze locali e della sua esperienza verrò studiato un progetto di stage ad hoc e la persona sarà assegnata a un tutor locale.

Ogni progetto di stage inizia con l’attività di osservazione, a seguito dei medici e infermieri locali per poi ricevere mansioni di diagnosi e cura delle diverse patologie sulla base del rapporto di fiducia instaurato con il tutor, della cultura e regolamentazione del Paese e delle qualifiche e competenze mediche del medico volontario.

Medico volontario: un’esperienza straordinaria

Qualsiasi sia la motivazione che ti spinge a partire e lavorare come medico volontario, si tratterà sicuramente di un’esperienza unica e straordinaria. Un’opportunità come questa, infatti, permette di sviluppare caratteristiche personali e professionali che agevoleranno la tua carriera di medico professionista una volta rientrato in Italia, ma che soprattutto ti insegneranno ad essere maggiormente reattivo e flessibile davanti ad eventuali emergenze.