Il lavoro del medico: offerte lavoro e sbocchi lavorativi

offerte lavoro medico
Cristina Skarabot

Quali sono gli sbocchi lavorativi dopo la Laurea in Medicina e le opportunità per un medico senza specializzazione? Oggi si stima che a cinque anni dalla laurea il 96,5% dei laureati in ambito medico e il personale sanitario abbia una occupazione stabile (dati Almalaurea). Per avere successo non basta ottenere il “pezzo di carta”. Servono, infatti, solide basi come impegno, serietà, coscienza ma soprattutto la consapevolezza dell’importanza del proprio mestiere secondo il giuramento di Ippocrate.

Sicuramente diventare medico è un sogno comune a tanti bambini, oltre che un lavoro ambito e affascinante di cui la laurea in medicina e chirurgia rappresenta solo il primo passo per l’accesso alla professione. In Italia diventare medico richiede il percorso più lungo in termini di anni di formazione, costanza, sacrificio. Le soddisfazioni che poi questa professione regalerà per tutta la vita sono però davvero grandi.

Vediamo quindi in questo post qual è il lavoro del medico e a quali offerte di lavoro può rispondere.

Offerte di lavoro: le professioni a cui accedere con la laurea in medicina

Una volta conseguita la laurea in medicina, la persona può accedere ad alcune professioni. Tra queste ci sono il medico di base, il medico alle dipendenze del SSN, il medico alle dipendenze di altre istituzioni nazionali (carceri, medico militare, protezione civile, INPS, INAIL, CIRM), medico specialista, l’insegnante o formatore in ambito sanitario e l’informatore scientifico. Entriamo ora nel dettaglio.

  • Con il conseguimento della laurea in medicina il medico può entrare nel mondo del lavoro a patto di abilitarsi e iscriversi all’albo, ovvero superando l’esame di Stato. La prima possibilità è lavorare come sostituto del medico di base. Un’altra interessante alternativa è il medico di continuità assistenziale ovvero l’ex guardia medica;
  • Medico alle dipendenze del SSN: in questo caso serve il superamento dell’esame di Stato e poi si può accedere ai concorsi pubblici per lavorare nel settore;
  • Occupazione in istituzioni pubbliche nazionali: medico militare, nelle carceri, nella protezione civile, medico INPS, medico INAIL o del CIRM (tele assistenza in navigazione);
  • Medico specialista: dopo la laurea in medicina, si può tentare l’ingresso in specializzazione.

Cosa può fare un laureato in medicina senza specializzazione

 lavoro medico senza specializzazione

I lavori che può fare il medico senza specializzazione.

Sicuramente, pensando alle offerte di lavoro e al lavoro del medico dopo la laurea in medicina, viene subito in mente un impiego come professionista nelle ASL o negli ospedali. Anche se questo è lo sbocco occupazionale più scontato, sicuramente non è l’unico.

Per accedere alle professioni citate prima abbiamo visto come sia necessario superare l’esame di Stato, ma ci sono altri casi in cui l’aspirante medico può decidere di non proseguire gli studi con una specializzazione.

In questo caso cosa può fare e dove può lavorare? Il più importante sbocco per i laureati in medicina senza specializzazione è la professione del medico di famiglia, che richiede la frequenza di un corso di formazione di 3 anni. Un’altra alternativa è il lavoro di medico assistenziale ovvero ex guardia medica.

Il medico senza specializzazione può anche lavorare alle dipendenze di altre istituzioni pubbliche come carceri, protezione civile, Croce Rossa Italiana. Ancora, può diventare medico militare, medico dell’INPS o dell’INAIL partecipando in questo caso ai concorsi pubblici.

Un’altra interessante opportunità per il laureato in medicina è diventare informatore scientifico e, quindi, lavorare per le case farmaceutiche e le industrie medicali che promuovono e vendono farmaci e prodotti usati in ambito medico. Frequentando appositi master o corsi può abilitarsi all’esercizio di professioni come il nutrizionista, il medico dello sport, l’osteopata e l’esperti di dermocosmesi.

Le scuole di specializzazione per medici

Analizzando i dati del mercato, la maggior parte delle offerte di lavoro si rivolge a un medico specialista e che quindi ha completato una determinata scuola di specializzazione e superato un concorso bandito dal ministero.

In Italia ne esistono quasi 60, tutte a numero chiuso, che offrono percorsi dai 3 ai 6 anni. Non mancano percorsi di specializzazione avanzata in ambito chirurgico.

Le offerte di lavoro per il giovane medico

Diventare medico è sicuramente un impegno: anni di studio, tirocini molto duri e turni pesanti. Tutto questo viene ricompensato dal fatto di svolgere un lavoro che aiuta le persone a stare meglio e quindi ha un importante valore sociale.

Oggi i bravi medici sono sempre più richiesti e le offerte di lavoro nel settore veramente tante, per cui se senti che diventare medico o specializzarti in un determinato ambito è la tua strada il nostro consiglio è sicuramente quello di raggiungere il tuo obiettivo professionale.

Cristina Skarabot

Dal 2008 mi occupo di comunicazione e marketing, lavorando in agenzie e aziende. Specializzata in SEO Copywriting e Content Marketing sono certificata HubSpot e tengo anche corsi di formazione in web marketing.

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *